25 anni

UN'ESPERIENZA ANIMATA

Ringraziamo Cristina Lombardi per questo racconto sugli aspetti che più l'hanno colpita di un nostro corso.


EXTRASCUOLA EMOZIONANTE
FLIPBOOK CON SORPRESA
UN CORO "MAGICO"
LA PARTECIPAZIONE DEL GRUPPO
UNA PARTITA GALATTICA: VEDIAMO IL FILM

EXTRASCUOLA EMOZIONANTE
Il nostro Istituto Comprensivo è solito organizzare per le classi quinte esperienze "Extrascuola" di qualità. Ricordo questa con particolare carica emotiva. Pur essendo presente in quanto insegnante delle classi, per una volta non ero “colei che spiega”: il ruolo di esperto era svolto con egregia preparazione ed efficacia, ma soprattutto con coinvolgente simpatia, da Claudio Tedaldi. L’esperienza voleva utilizzare il disegno di tipo fantastico dei bambini in modo appropriato e creativo nella creazione assistita di un cartone animato, che come tutti sappiamo, è uno dei punti cardine dell’esperienza del bambino fin dai suoi primi anni di vita. Pensiamo a quanto tempo un bambino, fin da piccolo, passa davanti al televisore a guardare cartoni animati!

FLIPBOOK CON SORPRESA
Questa volta i bambini avevano la possibilità di sviscerarne e spezzettarne gli elementi per capire come sono fatti, di quanti tipi ne esistono, come riconoscerli fra loro, come si produce un cartone animato, quale procedura necessita una serie di disegni affinché diventino, a loro volta, cartone animato. L’esperienza è stata veramente interessante, non solo per i materiali prodotti (sintetizzati nel filmato disponibile in questo sito “La partita galattica”), ma anche per l’attiva partecipazione di tutti i ragazzi.
Dopo i primi incontri un po’ più teorici, in cui Claudio Tedaldi ha mostrato ai bambini i vari tipi di cartoni animati, associandoli a qualche prodotto personale, si è passati ad una fase più creativa, che è stata per me, ma anche per molti ragazzi, una vera e propria sorpresa.
Ogni bambino é stato dotato di un flipbook, sostanzialmente un piccolo block-notes a fogli bianchi, e di una penna. Partendo dal semplice disegno di una circonferenza, doveva trasformarlo leggermente nel foglio successivo o aggiungere solo un piccolo particolare o una sola curva in più. E ancora, nel foglio successivo una piccola modifica rispetto al disegno precedente, e così via. Detto così sembra una sciocchezza, ma dobbiamo sempre pensare a tutti quei bambini che sono convinti di non saper disegnare e che di fronte ad un foglio bianco si bloccano. Invece è successa una cosa incredibile! Dopo alcuni attimi d’incertezza, tutti i bambini hanno cominciato a disegnare, ma sono stati proprio i ragazzi meno dotati ad avere più successo al termine del flipbook. Questo è stato per loro un grande risultato, anche perché ciò che aveva dato più valore al lavoro non era stata la qualità del disegno, ma la creatività!

Torna all'inizio

UN CORO "MAGICO"
Un altro momento degno di nota è stata la produzione del sonoro.
I bambini hanno riscoperto che tutti i suoni onomatopeici che avevano già fatto in un loro “lontano passato”, come il fischio di un missile che parte, lo strillo impaurito di una donna, il tonfo di una palla che rimbalza, potevano essere richiamati alla memoria per caratterizzare il loro cartone, senza preoccuparsi di far pensare al coetaneo di essere tornato un bambino piccolo.Inoltre c’erano i suoni d’insieme. E’ stato, per me, un momento esaltante, in quanto tante esperienze fatte con loro negli anni precedenti e che io avevo dato per dimenticate, sono riaffiorate alla mente di tutti come per magia.



LA PARTECIPAZIONE DEL GRUPPO
Ricordo benissimo quel giorno: Claudio ha chiesto ai bambini di canticchiare qualcosa che facesse pensare ad un cuore che batte. Si sono guardati in volto e, come un fiume in piena che straripa, è sgorgato da tutti all’unisono un ritmo fatto l’anno precedente in occasione di un’esperienza teatrale. Credetemi, mi sono ritrovata a dirigere il loro cuore che batte con l’animo in tumulto!
A questo punto mi sento solo di consigliare questa bellissima esperienza a qualsiasi altro collega che voglia provarla con la propria classe, anche perché in un mondo così tecnologico come il nostro, è meglio avvicinarsi al computer… con creatività! E per chi non l'ha visto, ecco "Una partita galattica - Esperienze molto animate".

Cristina Lombardi

Torna all'inizio

25 anni